Tribunale Internazionale sugli Sfratti » Appello » Appello Internazionale per i Casi di Sfratto causati dal Turismo: Nuova Scadenza 31/07/2017!

Appello Internazionale per i Casi di Sfratto causati dal Turismo: Nuova Scadenza 31/07/2017!

Non restare in silenzio: esponi il tuo caso di sfratto! Nuova scadenza: 31/07/2017!

Tribunale Internazionale degli Sfratti

Sessione sul Turismo (Venezia, Italia, 28-30 Settembre 2017)

Per presentare un caso, compilate il modulo

 

Attenzione! Potete utilizzare questo QuestionarioITE2017.doc  soltanto come promemoria per facilitare la compilazione dei dati richiesti online.

Perciò dovete compilare completamente e correttamente il Questionario online  entro il 31/07/2017 affinché il vostro caso di sfratto sia considerato dal Tribunale Internazionale degli Sfratti.

I Questionari incompleti o compilati su .doc saranno scartati.

La tua casa è minacciata di distruzione perché gli speculatori immobiliari vogliono costruire un hotel?

Vogliono sgomberare la tua comunità, il tuo quartiere e la tua terra per un villaggio, un campo da golf, uno stadio, un porto o un aeroporto per il turismo?

Tu e la tua comunità siete minacciati dalla precarietà dei contratti d'affitto introdotti  da AirBnB?

Lo sviluppo turistico sta attaccando i tuoi diritti nel luogo in cui hai scelto di vivere in pace e dignità!

Non restare in silenzio:  esponi il tuo caso di sfratto!

Attualmente gli sfratti forzosi minacciano più di 70 milioni di persone in tutto il mondo. Il Tribunale Internazionale degli Sfratti (ITE) lancia un Appello internazionale per individuare casi concreti di sfratto e sgombero da case e terra per la sua prossima Sessione (Venezia, 28-30 settembre 2017) all'apertura delle Giornate Mondiali Sfratti Zero, in particolare di quelli derivanti dallo sviluppo turistico, dato che questo è l'Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo.

Una Giuria, composta da rappresentanti della società civile, organizzazioni internazionali ed accademici impegnati nella difesa dei diritti umani, sceglierà i casi, valuterà i ricorsi alla luce degli strumenti giuridici internazionali relativi al rispetto dei diritti economici, sociali e culturali, in particolare il diritto alla sicurezza di casa e terra.

Nella Sessione di Venezia l'ITE esaminerà pubblicamente i casi selezionati, emanerà sentenze e formulerà Raccomandazioni formali alle varie parti interessate, tra cui le Nazioni Unite, i governi, gli attori economici e istituzionali responsabili degli sfratti e le organizzazioni civiche che li aiutano per far rispettare le loro richieste.

Queste Raccomandazioni saranno monitorate regolarmente dall'ITE assieme alle organizzazioni locali e implementate con l'appoggio della mobilitazione locale / globale degli abitanti e dei loro alleati.

I colpevoli sono i profittatori del turismo globale, non gli abitanti!

Questa volta saranno sul banco degli imputati  chi viola i diritti umani e sociali legali degli abitanti,

in particolare il diritto alla casa e alla terra.

Perciò non restare in silenzio:  Esponi il tuo caso di sfratto!

Il Tribunale Internazionale degli Sfratti è per te!

 

Per presentare un caso, compilate il modulo

Ricordate che la  scadenza è il 31 luglio 2017 !

Per maggiori informazioni:

Sito web: www.tribunal-evictions.org  – www.habitants.org

E-mail: ite2017@habitants.org

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.