Tribunale Internazionale sugli Sfratti » Sessioni » TID 2018 Sessione sul Brasile » 7ª Sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti giudicherà gli sgomberi in Brasile (Salvador, Bahia, dal 12 al 14 marzo 2018)

7ª Sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti giudicherà gli sgomberi in Brasile (Salvador, Bahia, dal 12 al 14 marzo 2018)

La settima sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti (ITE) sarà dedicata alla presentazione di casi di violazione del diritto alla casa e alla terra avvenuti in Brasile. Succederà tra il 12 e il 14 marzo 2018, durante il Forum Sociale Mondiale a Salvador (Università Federale di Bahia). Sono invitati non solo le vittime ma anche i responsabili per gli sfratti.

Il Tribunale Internazionale degli Sfratti è un tribunale della società civile, uno strumento di articolazione della Campagna Zero Sfratti, promossa dall’Alleanza Internazionale degli Abitanti, basato nel Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali, e in altri strumenti legali internazionali, legati al rispetto del diritto alla casa e alla terra. La settima sessione ITE si propone a presentare casi di violazione del diritto alla casa e alla terra che succedono in varie regioni del Brasile, a una giuria di persone qualificate in questo ambito, a livello nazionale e internazionale, riunite a Salvador. Non saranno, dunque, invitate solo le vittime, ma anche le istituzioni responsabili degli sfratti. La Giuria emetterà una sentenza e formulerà raccomandazioni ai paesi e ai loro rispettivi attori economici e istituzionali, responsabili per gli sfratti, così come a organizzazioni popolari e civili, con l’obiettivo di aiutarli ad ottenere il rispetto delle proprie rivendicazioni presso le autorità. 

La Giuria é composta da Ângela Gordilho (Brasile), Cesare Ottolini (Italia), Charlene Egidio (Brasile), Lucia Moraes (Brasile), Luiza Lins Veloso (Brasile), Rob Robinson (USA) e Nivia Monica Silvia

 

PROGRAMMA

Lunedì, 12 marzo

14h00-18h00

Apertura della sessione ITE  con una visita alle comunità di Salvador sotto minaccia di sfratto

Martedì, 13 de marzo

9h00-12h00

Sessione ITE  - Faculdade de Arquitetura - Campus Ondina (rua C. Moura) -  Auditório 1

Mercoledì, 14 de marzo

09h00-17h00

Sessione ITE  - Faculdade de Arquitetura - Campus Ondina (rua C. Moura) - Auditório 1

Sotto processo la punta dell’iceberg degli sfratti in Brasile

Attualmente, gli sfratti costituiscono una minaccia per un numero compreso tra 60 e 70 milioni di persone in tutto il mondo, con il Brasile considerato uno dei maggiori violatori del diritto alla casa. Solo in questo paese, il deficit abitazionale è superiore a sei milioni di abitazioni. La realizzazione della settima sessione ITE a Salvador, è dunque altamente significativa, dal momento che contribuisce a dare visibilità alle violazioni, alle proposte e agli sforzi realizzati per combatterle a livello locale, nazionale e internazionale.

Un altro obiettivo del Tribunale è dare rilievo alla criminalizzazione, alle minacce e violenze perpetrate contro i difensori dei diritti umani. Le testimonianze presentate da membri della società civile invitati hanno lo scopo di contribuire al dibattito sul diritto alla casa e di costruire vincoli di solidarietà, in modo tale da occuparsi della situazione e generare un impatto sulle politiche pubbliche. Nella tappa seguente, tutti i casi pubblicati saranno inviati per essere seguiti dalla Relatrice Speciale delle Nazioni Unite per il diritto a un’abitazione adeguata.

In tutto, sono stati sottomessi al ITE-2018, 34 casi da tutto il Brasile, casi che hanno sorpreso per il numero allarmante di persone sfrattate o minacciate di sfratto: un totale dii 272.757 persone, che rappresentano soltanto la punta di un iceberg. Su 34 casi, sono stati selezionati i 5 più rappresentativi e sono stati posti in rilievo i casi di Salvador, città in cui sarà realizzata la sessione. In questo compito difficile, il Comitato Direttivo ha preferito scegliere situazioni nelle varie parti del territorio brasiliano e in contesti differenti, cercando di rappresentare la diversità del Paese. La selezione operata rispetta i temi presentati per il totale di casi sottomessi, come per esempio: comunità tradizionali, popolazione di strada, occupazioni urbane e rurali-urbane, comunità colpite da grandi progetti e infrastrutture, rimozione di vilas  e favelas  come risultato di politiche pubbliche che incentivano la speculazione edilizia, così come la criminalizzazione di difensori dei diritti umani. 

I casi selezionati sono:

Caso 180: Povo sem Medo (São Paulo-Sudeste)

Caso 147: Cidade das Luzes (Amazonas - Norte)

Caso 171: Canabrava-Buritizeiro (Minas Gerais - Sudeste)

Caso 192: População em situação de Rua (Paraná-Sul)

Caso 125: Quilombo Ilha dos Mercês (Pernambuco - Nordeste)

Con l’obiettivo di assicurare la partecipazione e l’articolazione del maggior numero possibile di movimenti e comunità, sono inoltre stati selezionati i seguenti casi supplenti, nell’ordine:

Caso 228, sullo sfratto dell’Accampamento Hugo Chavez, a Marabá-Pará;

Caso 94, sulle occupazioni Vista Alegre e Bela Vista, a Passo Fundo-Rio Grande do Sul;

Caso 145, sugli sfratti e criminalizzazione delle occupazioni e dei militanti del Movimento de Luta nos Bairros, Vilas e Favelas (MLB), a Belo Horizonte-Minas Gerais;

Caso 214, sull’Accampamento Maria Aragão, nella zona rurale del Maranhão;

Casos 157 e 102, sul Jardim Nova Esperança, em São José dos Campos-São Paulo.

Apertura speciale della sessione ITE nel territorio di Salvador

Quanto ai casi della città di Salvador, sarà realizzata una sessione speciale in loco. Quindi saranno coinvolti i seguenti casi presentati: movimenti e comunità del centro antico di Salvador, contro gli sfratti della popolazione nera (caso n.119), incluse le aree colpite dal progetto “Revitalizar” (caso n.119) così come la Chácara Santo Antonio (caso n.32) quartieri che il comitato che compone il ITE-2018 visiterà lunedì 12 marzo.

Visibilità dei casi e suo seguito

É importante sottolineare che tutti i casi inviati apportano segnalazioni rilevanti di violazioni di diritti e meritano visibilità. Pertanto, il fatto che alcuni di essi non siano stati selezionati, non significa che questi debbano essere abbandonati nell’ambito delle violazioni perpetrate dallo stato brasiliano. Per questo motivo, è stato previsto uno spazio apposito, durante la serata di lunedì 12 marzo, per l’esposizione dei casi presentati ma non selezionati per la settima sessione.

In ogni caso, tutti sono invitati a mantenere contatti con il ITE e con le organizzazioni e le reti che lo sostengono, per mantenerci aggiornati e pensare come appoggiare le loro iniziative contro le violazioni del diritto alla casa.

 

Comitato Organizzatore della sessione Brasile del Tribunale internazionale degli Sfratti - 2018:

Alianza Internacional de Habitantes

Brigadas Populares

Central dos Movimentos Populares - CMP

Centro de Direitos Econômicos e Sociais - CDES

Confederação Nacional das Associações de Moradores - CONAM

Fórum Nacional de Reforma Urbana

Habitat para Humanidade Brasil

Movimento de Luta nos Bairros, Vilas e Favelas - MLB

Movimento Nacional de Luta pela Moradia - MNLM

Terra de Direitos

União Nacional de Luta por Moradia Popular

Coletivo Margarida Alves de Assesoria Popular

Info : TIDBrasil2018@habitants.org

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.